Acqua del rubinetto? Buona da bere.

Acqua del rubinetto …. C’è chi la difende a spada tratta chi invece la demonizza e la esorcizza con depuratori , brocche depuranti di tutte le taglie e per tutti i gusti e con filtri di ogni ordine e grado. E c’e’ chi, come la maggioranza degli italiani, preferisce ricorrere alla vecchia e rassicurante acqua in bottiglia.

A voi che  invece  piace bere  l’acqua di casa così’ come sgorga dal rubinetto, diamo qualche informazione utile.

Questa sconosciuta...

L’acqua di rubinetto,  distribuita attraverso gli acquedotti  può provenire sia da sorgenti sotterranee che da fonti superficiali come bacini artificiali, laghi o fiumi.
Nel primo caso spesso è già potabile all’origine e viene solo leggermente disinfettata per precauzione; nel secondo caso, quando si utilizzano acque superficiali, è necessario effettuare trattamenti di potabilizzazione. Di conseguenza puo’ contenere residui derivati da trattamenti di disinfezione o altro.

34237088-mano-versando-un-bicchiere-d-acqua-dal-rubinetto-filtro-archivio-fotografico

Secondo il Centroconsumatori  l’acqua e’  considerata potabile, quando e’ non ha i colore ne’  odore. Deve essere  chiara e fresca (solo l’acqua fredda è potabile – nell’impianto dell’acqua calda l’acqua spesso rimane troppo a lungo ad una temperatura che è ottimale per lo sviluppo di batteri). Per garantire i valori prescritti dalla legge, l’acqua viene controllata a determinati intervalli, dagli esercenti delle centrali idriche e dall’unità sanitaria, laboratorio per analisi dell’acqua e laboratorio biologico provinciale.     Secondo l’ampiezza  della rete di distribuzione, i controlli sono effettuati ad intervalli temporali più brevi

Indubbiamente, l’acqua del rubinetto ha i suoi pregi :

E’ sana, contiene la giusta quantità di sali minerali per il nostro organismo
E’ a km zero, non ha quindi bisogno di essere trasportata o di fare lunghi viaggi prima di arrivare nelle nostre case
E’ meno costosa, la spesa annuale media per un consumo giornaliero di 2 litri di acqua è di soli 2,86 euro contro i 493 di quella minerale
Non ha problemi di cessione di sostanze dai contenitori
E’ a basso costo,  decisamente inferiore a quella in bottiglia
Ha un basso impatto ambientale in quanto non è trasportata da mezzi a motore e non ha contenitori da smaltire

Istruzioni per l’uso

Se  la vostra acqua  “sa” di cloro (sostanza  la cui quantità’  disciolta nell’acqua, e’ assolutamente innocua) vi consigliamo di lasciarla a contatto con l’aria prima di berla.   In alternativa, potete  conservarla in
frigorifero in una bottiglia di vetro ben chiusa.  Odore e sapore risulteranno
decisamente migliori. Se utilizzate bottiglie di plastica  e’ importante tenerle
pulite e cambiarle spesso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...