C’e’ acqua e… acqua

 

 

 

Una delle più significative funzioni dell’acqua  e’ favorire  l’espulsione di sostanze nocive, scorie e  minerali inorganici.    Ma, attenzione, solo l’acqua minimamente mineralizzata, con residuo fisso molto basso, è in grado di aiutare il nostro organismo a liberarsi agevolmente  dalle  sostanze in eccesso.

L’acqua pura  stimola la buona conservazione delle cellule  evitandone la disidratazione.  Ne consegue che anche la pelle del corpo, il volto e il collo, subiranno meno le conseguenze dell’invecchiamento  . I minerali inorganici provenienti dal terreno e contenuti nelle acque non possono essere metabolizzati direttamente dalle cellule umane  


Questo dipende dal fatto che solamente i sali minerali che fanno ruotare la luce polarizzata attraverso la membrana cellulare sono utilizzati dall’organismo, mentre tutti gli altri, rimanendo fuori dalle cellule, diminuiscono la permeabilità della membrana e fanno aumentare la pressione osmotica e quindi la privano di un’importante quantità d’acqua. La conseguenza è un indebolimento della cellula  con  ripercussioni sul  suo equilibrio malfunzionamento della stessa. I minerali che l’organismo umano può assimilare sono quelli che sono già stati assimilati dalle piante, cioè i sali minerali organici.
Di conseguenza, per soddisfare il fabbisogno di minerali non abbiamo bisogno solo  di acqua, ma di un’alimentazione ricca di verdura, frutta e cereali. 
I minerali inorganici contenuti nell’acqua, non assimilabili dalle cellule umane, possono determinare un sovraccarico di elettroliti nel sangue.
 devono quindi  essere eliminati attraverso il filtraggio renale. L’eliminazione costante di elettroliti non assimilabili disturba con l’andar del tempo la normale funzione escretoria delle cellule renali urinarie: il sangue non viene purificato completamente, il filtraggio incompleto dei minerali nei reni determina la precipitazione di queste sostanze nel sangue e nei tessuti, causando quindi ulteriori depositi di minerali. Si formano così calcificazioni all’interno dell’organismo dovute a depositi di minerali sulla colesterina e sulle pareti irregolari dei vasi e anche nei vasi sanguigni del cuore e del cervello ( placche arteriosclerotiche ) si ha la comparsa di “calcificazioniì , e  anche come un probabile invecchiamento precoce.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...